Miniscoop, scelto il nome del giornalino online d’istituto

Miniscoop, scelto il nome del giornalino online d’istituto

Dopo una lunga votazione, la giuria ha deciso di dare due premi differenti: il primo al miglior nome per la testata d’istituto, il secondo alla migliore proposta grafica. 

Le proposte erano molte – 21 in tutto – e la scelta è stata davvero difficile. Tra febbraio e marzo 2015 si è svolto il concorso interno all’istituto comprensivo Quinto Nervi per trovare nome e simbolo grafico della testata nascente che impegnerà ragazzi e insegnanti nei prossimi mesi.

Ecco i vincitori: il nome della nuova testata sarà Miniscoop, proposta avanzata dalla classe V della scuola primaria Manfredi; la grafica che rappresenterà il nuovo giornale sarà invece quella proposta dalla classe V della primaria Da Verrazzano. Ma un premio e un ringraziamento speciale vanno a ogni proposta giunta alla giuria: tutte, per elementi e motivazioni differenti, erano valide e percorribili.

La fase creativa
Tutte le classi dell’istituto comprensivo avevano la possibilità di partecipare al concorso, studiando e disegnando una proposta di nome per il giornalino e una icona/ marchio che lo rappresentasse graficamente. È stato un successo in termini di partecipazione e per questo ringraziamo gli studenti che si sono cimentati nell’impresa, coordinati dalle loro operose insegnanti: queste ultime hanno raccolto 21 proposte diverse, preparate dagli studenti della primaria e della secondaria di primo grado. Sappiamo che molte classi hanno lavorato e disegnato più di una proposta, per poi selezionare – così chiedeva il regolamento – solo una idea da presentare in concorso.

Il voto: due passi successivi
Dopo la creatività, è arrivato il tempo delle votazioni, che sono avvenute in due momenti separati: in un primo tempo hanno votato i rappresentanti degli studenti delle classi V della primaria e II della secondaria di tutto l’Istituto, valutando i 21 lavori e giudicandoli su una scala di valori che andava da 1 a 5.
In un secondo momento si è poi riunita la giuria di esperti composta dal dirigente Marzio Angiolani, da due grafiche professioniste (Flavia Botto e Marta Moretto) e da due giornaliste professioniste (Michela Bompani – che ha votato a distanza a causa di un impegno lavorativo – ed Eva Perasso).

La visione delle proposte
La giuria di esperti dopo una lunga discussione ha così decretato i vincitori, tenendo conto dei voti dei ragazzi. Un compito davvero arduo, come detto già al principio: le 21 proposte erano infatti tutte, per creatività, originalità, sviluppo dell’idea, fantasia e spesso senso dell’umorismo, accattivanti e potenzialmente adeguate e calzanti.

La giuria ha infatti notato come ogni classe abbia provato a declinare la sua idea personale di giornale di istituto: visionando le proposte, spiccano i riferimenti a un giornale fatto dai ragazzi e per i ragazzi, al tema della coesione e collaborazione tra insegnanti, studenti e dirigenza, al concetto della scuola come luogo di incontro in cui esprimere le proprie emozioni. Ancora oltre, alcuni studenti hanno lavorato all’idea di un organo di stampa che possa abbattere le barriere (e lavorare come un supereroe, per esempio), o dare uno sguardo nuovo e più profondo alla vita della comunità locale (usando il bel mare che confina con l’abitato e la profondità di sguardo che esso permette), così come passare dalla dimensione locale a quella internazionale (alcuni riferimenti infatti erano a una testata e a una scuola internazionali).

La decisione finale
Visti i voti espressi dagli studenti, e analizzate le singole proposte, la giuria ha così deciso di scorporare la parte grafica dal nome della testata e di premiare due idee diverse: il nome vincitore è stato quello di MINISCOOP (proposto dalla V della Manfredi) e l’icona vincitrice quella che rappresenta uno zaino animato, contenente un tablet da cui è possibile leggere le news del giornale di classe (proposto dalla V Da Verrazzano).

Le motivazioni
La scelta del nome Miniscoop rispecchia l’idea di un giornalino fatto dai piccoli, e ricco di contenuti che possano soddisfare curiosità e sete di conoscenza di piccoli lettori. Il richiamo allo scoop e dunque all’approfondimento giornalistico completa l’idea di giornale di istituto: uno strumento in cui cimentarsi nell’esperienza giornalistica, con i mezzi e le capacità proprie della fascia di età coinvolta.

La motivazione che ha spinto alla scelta dell’immagine simbolo è legata alla freschezza dell’idea grafica: lo zaino, simbolo di studio ma anche di mobilità, scoperta, viaggio, insieme con il suo contenuto, un tablet, che non a caso rappresenta il mezzo più usato al momento per informarsi in Italia e che richiama la scelta di un giornale che nasce online, e non di una testata cartacea da riversare in un secondo momento su web.

La giuria

redazioneminiscoop
redazioneminiscoop@gmail.com
No Comments
  • 21 idee per il giornalino raccontate dagli autori | Miniscoop
    Posted at 10:38h, 02 Maggio Rispondi

    […] idee diverse, una più bella dell’altra: volete sapere quali proposte hanno partecipato al concorso per scegliere nome e logo del giornale di Istituto? Eccole qui, con le motivazioni raccontate dai […]

  • MiniScoop ha fatto 100! | Miniscoop
    Posted at 00:09h, 20 Novembre Rispondi

    […] MiniScoop ha pubblicato il suo 100° pezzo! Sono passati appena 6 mesi dalla nascita ufficiale del giornalino online dell’Istituto Comprensivo di Quinto e Nervi, ma l’enorme […]

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.