Cappuccetto Nero a Manhattan

Cappuccetto Nero a Manhattan

Gli alunni della classe 4A Manfredi si sono cimentati nella scrittura creativa di “fiabe a rovescio”, in puro stile rodariano.

Ecco la prima di una serie di fiabe.

cappuccettonero

C’era una volta una bambina molto crudele di nome Cappuccetto Nero.
Era la capogruppo di una banda di vandali che viveva a Manhattan in un vicolo chiamato “Il vicolo del terrore”. Si spostava in metropolitana e portava sempre con sé una bomboletta spray per fare scherzi alla gente e dipingere sui muri. Il suo look era sfacciato: i suoi capelli avevano meches blu, indossava una maglia scollata con un cappuccio nero e i pantaloni strappati, con catene che pendevano dalle tasche.

Un giorno Cappuccetto Nero volle fare una passeggiata per il quartiere e nel passeggiare incontrò un lupo gentile, che era stato addomesticato da una famiglia.
Il lupo aveva deciso di andare a trovare la sua nonna allo zoo di Central Park. Cappuccetto Nero, furba com’era, decise subito che voleva fargli un brutto scherzo e gli indicò la strada più lunga, mentre lei prese quella più breve.
Appena arrivò allo zoo cercò la gabbia della nonna del lupo, la aggredì dicendole:
”Togliti dai piedi e vattene!”
Quando il lupo arrivò, non trovò la nonna, ma Cappuccetto Nero: lei gli disse che l’aveva fatta scappare.
La nonna intanto vagò per tutto lo zoo, fino a che non trovò il guardiano del parco, che non esitò a riportarla alla sua gabbia.

cappuccettonero2

Quando arrivarono alla gabbia, trovarono Cappuccetto Nero che con una bomboletta spray stava imbrattando, insieme alla sua banda, con scritte e disegni, la gabbia della nonna lupo.
Il guardiano, d’accordo con gli altri guardiani dello zoo, le diede una lezione che non dimenticò mai: lei e la sua banda dovettero pulire tutti gli scarabocchi che avevano fatto e occuparsi della pulizia di tutte le gabbie dello zoo di Central Park.
Da quel giorno Cappuccetto Nero diventò brava e incominciò ad amare gli animali.

Aurora S.U., Anna L., Elisabetta B., classe 4A, scuola primaria L. Manfredi

redazioneminiscoop
redazioneminiscoop@gmail.com
No Comments
  • IB Fermi
    Posted at 15:59h, 14 Dicembre Rispondi

    Bravissimi!!! Questa fiaba è il contrario di Cappuccetto Rosso. Come avete fatto a farla? Era super bella, favolosa e stupenda !!!
    I bambini della I B scuola Fermi

  • Melanie Desbois
    Posted at 17:42h, 14 Dicembre Rispondi

    che bella storia! La racconterò ai miei figli sta sera prima di andare a dormire! Grazie!

  • cristina
    Posted at 10:11h, 15 Dicembre Rispondi

    bravissime!!!
    favola moderna e ben scritta!! ho riso tantissimo!!
    la farò leggere al mio bimbo che sicuramente apprezzerà!!!

  • Cristina
    Posted at 15:50h, 16 Dicembre Rispondi

    Il particolare delle meches blu e della maglia scollata è una vera chicca! 😉

  • Alice
    Posted at 18:23h, 18 Dicembre Rispondi

    Che bella questa storia!!!!!!!!!!!Alice B.

  • Cappuccetto Giallo | Miniscoop
    Posted at 10:18h, 21 Dicembre Rispondi

    […] Ecco la seconda puntata delle “fiabe a rovescio”. Avete già letto la prima, che parla di Cappuccetto nero a Manhattan? […]

  • Carolina
    Posted at 11:51h, 30 Dicembre Rispondi

    Fantastica!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • MARGOT
    Posted at 10:30h, 04 Febbraio Rispondi

    bravissimi!!!!!!!!! siete fantastici

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.