L’abbraccio della vita – Parte I

L’abbraccio della vita – Parte I

 

La «mitica staffetta» è un percorso didattico che fa parte del progetto  “Leggere i miti. Eroi ed eroine dal passato ai giorni nostri”. Partendo da un incipit comune e inedito, elaborato per noi dallo scrittore Franco Lorenzoni, quattro gruppi di classi parallele hanno creato delle bellissime storie “mitologiche”. Con la tecnica della staffetta, chi ha scritto l’inizio del racconto l’ha poi passato al secondo gruppo, che ne ha continuato lo svolgimento per far concludere il lavoro all’ultima classe, che ha chiuso il nuovo mito attribuendogli anche il titolo.
Apriamo questa meravigliosa staffetta con il primo mito, «L’abbraccio della vita», scritto a più mani dalle classi 1A, 1B e 1C della Scuola Media C. Durazzo.

 

Un tempo molto lontano, quando tempo non era ancora tempo, luce e buio vivevano intrecciati insieme perché ancora non si erano separati.
Nessuno poteva scorgere le ombre, allora, ma un giorno tutto cambiò…

Luce e Buio, stanchi di vivere sempre abbracciati l’una all’altro, cominciarono a chiedersi come sarebbe stata la loro esistenza se un giorno si fossero lasciati. Forse così sarebbero cambiate tante cose… ma non avevano il coraggio di separarsi, erano abituati a stare insieme. O forse avevano solo paura delle conseguenze.
Decisero, quindi, di aspettare: si sarebbero divisi solo se qualcuno, una grande forza esterna, fosse intervenuta.

Un giorno comparve qualcosa di strano nel cielo.
In lontananza si levò un grande bagliore che lentamente si avvicinava e aumentava d’intensità. All’improvviso, una specie di palla incandescente con una scia luminosa esplose: si trattava di un meteorite.


Lo scoppio fu assordante e attirò subito l’attenzione di Luce.
Dal meteorite uscì Cosmos, qualcosa che era finalmente giunto per cambiare la sua vita, pensò subito Luce. Guardandolo fu immediatamente conquistata dalla sua straordinaria bellezza: occhi azzurri e intensi risplendevano sul suo viso quasi angelico, la sua figura era perfetta e vigorosa. Lui, una creatura luminosa, proprio come Lei, erano molto simili: entrambi luce e vita.
Allora… era giunto per Lei? Era fatto per Lei. Lui le tese la mano e Lei, già catturata dal suo fascino, la afferrò, staccandosi da Buio con uno strappo che non le ferì l’anima.


Anche Luce aveva mutato le sue sembianze e divenne una bellissima fanciulla, poiché, grazie a Cosmos, che portava con sé ordine e bellezza, ogni cosa andò ad occupare il proprio posto.

Classe 1A, Scuola Secondaria di 1° C. Durazzo

[La seconda parte del mito «L’abbraccio della vita», a firma della 1B, verrà pubblicato mercoledì 7 marzo 2018, alle ore 8.00. N.d.R.]

redazioneminiscoop
redazioneminiscoop@gmail.com
4 Comments
  • Marzio Angiolani
    Posted at 19:18h, 05 marzo Rispondi

    Una bella storia ben scritta. Complimenti davvero, ragazzi. Attendo la seconda parte….
    Buon ritorno a scuola.
    Il Preside.

    • Marzio Angiolani
      Posted at 19:19h, 05 marzo Rispondi

      P.S. Mi sono piaciuti molto anche i disegni.

  • classe 3 a
    Posted at 15:14h, 06 marzo Rispondi

    Molto bello e molto belli i disegni! Aspettiamo la seconda parte del mito.
    Classe III A scuola primaria Da Verrazzano

  • redazioneminiscoop
    Posted at 21:28h, 06 marzo Rispondi

    Questione di qualche ora… Restate connessi!

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.