L’abbraccio della vita – Parte III

L’abbraccio della vita – Parte III

Questa è la terza e ultima parte della prima “Mitica Staffetta”, scritta e disegnata a più mani dalle classi 1A, 1B e 1C della Scuola Media C. Durazzo.

Dopo il loro distacco Sole e Buio non si incontrarono mai, ma un giorno Sole arrivò in anticipo e Buio in ritardo.

 

I loro sguardi si incrociarono e, non vedendosi ormai da molto tempo, si emozionarono profondamente. Si accorsero che il sentimento che li aveva uniti non si era mai spento, ma la situazione era cambiata ormai: Sole aveva promesso il suo amore a Cosmos, e Buio a Notte.

Quando si sfiorarono l’intensità dei loro sguardi fu tale da generare scintille. Alcune si dispersero nel mare, altre caddero su Cosmos ferendolo.

Due brillavano più delle altre, atterrarono sulla superficie di un piccolo lago dove galleggiarono per pochi secondi e poi sprofondarono nella sabbia morbida. I pesci la smossero: le due scintille ritornarono a galla e, sospinte dal vento, si arenarono sulla terra.
Questa le accolse e le riscaldò custodendole nel suo grembo.

Dopo un lungo inverno le scintille si trasformarono in due strane creature: stavano erette e riuscivano ad afferrare gli oggetti con le loro zampe anteriori.
Sole e Buio amarono immediatamente queste stupende creature. Sole, durante il giorno, donava all’uomo e alla donna tutto ciò che era loro necessario, mentre Buio li cullava dolcemente di notte.
Le strane creature erano capaci di gesti generosi e anche di profondo sentimento: ringraziavano il Sole e la terra per quello che fruttava, costruivano luoghi in cui li veneravano.
Un giorno, però, queste creature cominciarono ad uccidere i loro figli e a distruggere il creato.

Sole, infuriata, chiese spiegazioni a Cosmos, ma lui non ne sapeva nulla. Improvvisamente si ricordò dello scontro con Buio. Avevano generato loro quelle creature? Avrebbero continuato a distruggere la terra?
Il dolore era così grande…

Allora Sole decise di tramontare per sempre verso occidente in modo da non incontrare mai più Buio.

Ancora oggi il Sole, quando si accorge che il Buio sta arrivando, corre velocemente lì ad occidente dove finisce la terra. Capita solo poche volte nel corso dei millenni un evento fugace, straordinario e inevitabile: l’eclisse. Sole e Buio si ritrovano perfettamente allineati, come avvolti in un unico abbraccio…

Classe 1C, Scuola Secondaria di 1° C. Durazzo

 

redazioneminiscoop
redazioneminiscoop@gmail.com
1Comment
  • valepapiri
    Posted at 12:36h, 10 marzo Rispondi

    La vostra staffetta è stata davvero mitica

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.