L’Inferno… moderno

L’Inferno… moderno

Avete presente la “Divina Commedia”? Bene! Ispirandosi a Dante Alighieri, i ragazzi della II E hanno immaginato un viaggio  all’Inferno, un Inferno più moderno con masticatori di chewing-gum, “shopponi”, “camper” e… tanti prof. Leggete la prima parte del loro lavoro e non perdetevi la seconda, on line fra due giorni!

Introduzione

Nel mezzo del cammin di nostra vita
ci ritrovammo in un oscuro luogo
dove la via di uscita era impedita.
Questo posto, nuovo alla nostra mente,
presentava un pericolo imminente.
Così, tra l’angoscia e la paura,
si avvicinò a noi un’indefinita figura
oscura. Guardando con accurata attenzione,
intuimmo che erano due persone,
e, avvicinandoci cautamente,
dialogammo con codesta gente.

“Voi! Anime confuse! Arrestate il vostro passo!”
intimò una delle due figure con tono furente;
“Ascoltate le nostre parole, o vi strapperemo il cuore!
La via che cercate non è quella giusta.
Se proseguirete il vostro cammino,
tornerete a casa con un solo ossicino.”
Così, senza pensare, ci ritrovammo con un compare:
la prof. Mancini ci venne a salvare.
“Scappate ragazzi! A loro ci penso io!”
E, senza esitazione, scappammo sul muraglione.

Aspettammo per delle ore,
quando un’incantevole voce chiamò il nostro nome.
La voce fu l’unica cosa piacevole di quel dì,
perciò la curiosità ci assalì.
Si presentò la prof. Mezzasalma,
per noi unica anima salva.
“Non temete alcun pericolo,
seguitemi in questo cunicolo!”
Resisterle era impossibile,
ci avrebbe condotto in un’avventura incredibile.
L’oscurità del tunnel era soffocante,
ma l’uscita fu abbagliante.

Ci ritrovammo dinanzi ad una porta imponente,
che un’intestazione portava fieramente:
“Il tempo delle gioie è finito,
vedrete chi non si è pentito.”
Qui cominciò il nostro viaggio,
ci armammo di coraggio.
Affrontammo ogni girone,
senza alcuna esitazione…

1° girone: i masticatori di chewing-gum

Arrivammo al girone n°1 e vedemmo le prof masticatrici di chewingum in classe, che avevano la bocca cucita con il filo spinato incandescente che faceva sanguinare le labbra.
Incontrammo la prof di sostegno, Sara, che si disperava perchè non poteva più mangiare chewingum e non poteva neanche cantare. Accanto a lei stava Allegra, che, come custode del cerchio, vestita da chewingum, masticava i Big Bubble in faccia alla prof.

2° girone: quelli che scrivono “primo” nei commenti

Una volta giunti al secondo girone, vedemmo coloro che in vita scrivevano sotto ai video di YouTube “primo”.  Erano costretti a guardare video inediti, ma senza poter commentare.
A controllare i dannati c’era il Moderatore del Canale dalla identità sconosciuta.

3° girone: i dipendenti dalle piante

Arrivammo al girone n.3 e vedemmo i dipendenti dalle piante, cioè coloro che in vita erano stati ossessionati dalle piante (alcuni si erano anche sposati con esse.). La loro pena era di essere masticati, ingurgitati e digeriti in continuazione da una pianta carnivora gigante. Ogni anima aveva la propria.
Infine, dopo essere stati digeriti, venivano vomitati e automaticamente il loro corpo si ricostruiva da solo e questo durava all’infinito.
Accanto ai dannati c’era Lorgoide, che era un demone che aveva il compito di portare le piante carnivore. Lorgoide era vecchio, pieno di rughe, ma era in gran forma. Aveva le mascelle gialle, i piedi a forma di imbuto e le mani a zampa di rinoceronte ed era amante della musica rock.

4° girone: gli “shopponi”

Arrivammo al girone n°4 e vedemmo gli shopponi. Fra tutti notammo Cicciogamer89, che stava imprecando mentre giocava a Clash of clans. Notammo una cosa: non aveva più gemme [Per chi non lo sapesse, gli shopponi sono le persone che comprano alcune cose nei giochi con soldi reali e così rovinano il gioco, perchè sono molto più potenti degli altri, ndr].
Cicciogamer era uno youtuber che shoppava tantissimo e nell’inferno era costretto a giocare senza neanche una gemma per accelerare la costruzione di edifici virtuali. Accanto a loro c’era FAVIJ, uno youtuber che non ha mai shoppato e controllava che i dannati non shoppassero.

Classe II E, Scuola Primaria di Secondo Grado Clelia Durazzo

redazioneminiscoop
redazioneminiscoop@gmail.com
3 Comments
  • Alice
    Posted at 18:26h, 10 aprile Rispondi

    Che bell’articolo!
    è proprio fatto bene.
    Complimenti!

    ALICE E MATILDE

  • VITTORIA G. 5A
    Posted at 18:47h, 11 aprile Rispondi

    bravissimi!!!
    Idea originale e divertente,non vedo l’ora di leggere la seconda parte.
    VITTORIA

  • silvia
    Posted at 17:19h, 16 aprile Rispondi

    idea creativa e originale, complimenti!
    chissà come sarà la seconda parte; non vedo l’ora di leggerlo e commentarlo

Post A Comment