Un consiglio di lettura per l’estate: “Ladre di regali”

Un consiglio di lettura per l’estate: “Ladre di regali”

Questo libro che abbiamo letto in classe, nell’ultimo mese di scuola, affronta il tema del bullismo.
Lo consigliamo soprattutto ai ragazzi e alle ragazze dagli 11 anni in su.
Il titolo è: “Ladre di regali”, di Aidan Chambers, edito dalla Giunti.

La protagonista è Lucy, una ragazza che, dal giorno del suo dodicesimo compleanno è stata vittima di bullismo da parte di tre compagne di classe che iniziarono a offenderla e a picchiarla per avere i suoi regali.


Da quel giorno la persecuzione diventò quotidiana.
La leader di questo gruppo è Melanie, aiutata da due scagnozze di nome Sally e Vicky. Prima che le tre bulle prendessero di mira Lucy, avevano un altro bersaglio, Lena Tonks, che chiamavano “Lena la balena”.


Lucy e gli altri compagni però, anche se erano a conoscenza della situazione di prepotenza, non avevano mai detto niente agli insegnanti o ai genitori per paura di essere maltrattati a loro volta; in questo modo divennero complici di questa ingiustizia.


Quando Lucy divenne la nuova vittima, non riuscendo a difendersi da sola, non volle parlarne con nessuno, perché si vergognava della sua debolezza, si sentiva umiliata e imbarazzata.
Fortunatamente però Lena e Angus, un compagno che era innamorato della protagonista, superando paure e difficoltà e i rifiuti iniziali di Lucy, riusciranno ad aiutarla a sconfiggere l’antagonista prepotente e soprattutto l’indifferenza e l’omertà dei compagni.

Come? Leggete il libro per scoprirlo.

Quando la maestra ci ha chiesto qual era il nostro personaggio preferito, quasi tutti abbiamo scelto Angus, perché, pur essendo descritto come un ragazzo impacciato, goffo e maldestro, ha sempre cercato di aiutare Lucy, dimostrandosi coraggioso, empatico e altruista. È stato anche molto paziente perché in quel periodo Lucy essendo nervosa, lo trattava male, ma lui non ha mollato e alla fine ha trovato la via d’uscita più giusta.

Classe 5°, Scuola Primaria Da Verrazzano

redazioneminiscoop
redazioneminiscoop@gmail.com
2 Comments
  • Artur
    Posted at 21:20h, 19 giugno Rispondi

    Questa lettura mi ha insegnato a riconoscere gli atteggiamenti dei bulli. Bisogna unirsi con chi è preso di mira dai bulli per aiutare chi non ce la fa come dice Gaber

  • Matilde
    Posted at 13:23h, 14 luglio Rispondi

    Artur ha ragione, anche secondo me bisogna aiutare chi è preso di mira dai bulli, che per la maggior parte dei casi sono persone che hanno dei problemi e che sfogano la loro rabbia sugli altri.

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.