Le guerre del Peloponneso raccontate dalla 5A Manfredi.

Le guerre del Peloponneso raccontate dalla 5A Manfredi.

Alla fine del V secolo a.C. le città-stato della Grecia (polis) si trovarono ad affrontare una grave minaccia: l’Impero Persiano.

L’Impero Persiano ebbe origine da un piccolo territorio affacciato sul Golfo Persico.
I Persiani si erano espansi fino a formare un impero vastissimo che comprendeva Mesopotamia, Egitto, Fenicia e Asia minore.


In questi territori sorgevano anche colonie greche. Alcune colonie, con l’aiuto di Atene, si ribellarono all’Impero Persiano.
L’imperatore Dario, dopo aver punito le colonie che si erano ribellate scagliò un attacco contro Atene. Per difendersi le poleis si allearono per essere più forti.

Il grande esercito persiano e il piccolo esercito greco si scontrarono nel 490 a.C. a Maratona vicino ad Atene.
Questa battaglia segna l’inizio della guerra tra Greci e Persiani: una delle più sanguinose. Fu vinta con un trucco strategico perché i Greci realizzarono delle buche con all’interno dei pali appuntiti. I cavalli Persiani, più numerosi della fanteria, caddero nelle buche e i soldati Greci ebbero la meglio.
La battaglia durò fino alla morte del messaggero Filippide che corse per 42 km a piedi senza sosta per andare da Maratona ad Atene ad annunciare la vittoria greca; sfortunatamente dopo aver comunicato la vittoria Filippide morì per il grande sforzo.

Dopo 10 anni Serse, figlio di Dario, vendicò suo padre sferrando un massiccio attacco per terra e per mare alle Termopili: una località greca dove anticamente esisteva uno stretto passaggio costiero.


Durante la battaglia una piccola forza greca, comandata dal re di Sparta Leonida, rallentò l’avanzata del potente esercito Persiano. Mentre Atene fu data alle fiamme, la flotta greca ottenne la vittoria presso l’isola di Salamina. Anche in questa occasione i greci usarono uno stratagemma: la flotta greca fece passare da uno stretto la flotta Persiana colpita da frecce infuocate lanciate dalla costa soprastante.

La battaglia più sanguinosa di tutte fu quella di Platea, dove re Mardonio il Persiano e Pausania il Greco si scontrarono a più riprese.


Al termine di questa sanguinosa guerra ebbero la meglio i Greci che cacciarono definitivamente i Persiani.

Guardate questa animazione, creata con Scratch  dal nostro compagno Gabriele, sulla battaglia di Platea.

Classe 5A, Scuola Primaria L. Manfredi

 

redazioneminiscoop
redazioneminiscoop@gmail.com
4 Comments
  • Carlotta defferrari
    Posted at 09:46h, 12 marzo Rispondi

    Bravissimi… scritto benissimo …

  • Cristina
    Posted at 20:10h, 12 marzo Rispondi

    Un bel lavoro, bravi.

  • Raffaella
    Posted at 21:33h, 14 marzo Rispondi

    Tutti molto bravi, un applauso particolare a Gabriele che ha prodotto l’animazione in Scratch.

  • Laura
    Posted at 09:53h, 15 marzo Rispondi

    Bravissimi tutti!!!!

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.